L’eredità ai cittadini di Muggiò

Clicca sul video: “L’eredità ai cittadini di Muggiò

Video | Pubblicato il di | Contrassegnato , , , , , , , ,

Riformiamo la multiservizi!

La Multiservizi di Muggiò, a discapito del nome, di servizi ne gestisce ben pochi. Per dirla tutta, solamente due: le farmacie comunali (al momento ce ne sono tre e sono la principale fonte di ricavi per l’azienda ) e la refezione scolastica.

La Multiservizi diventerà a breve una s.r.l. al 100 % partecipata dal Comune e avrà quindi più libertà di gestione, meno obblighi burocratici e un procedimento di inserimento del nuovo personale più snello e rapido. Proprio da questo punto ci sembra interessante partire per riformare un’azienda che funziona (e per fortuna), anche grazie all’accorta gestione della sua dirigenza, ma che ha diversi margini di crescita.

Tra i diversi problemi che devono essere al più presto affrontati dall’Amministrazione, troviamo per esempio una cura dei parchi approssimativa, strade e marciapiedi dissestati (con conseguenti infortuni dei cittadini a cui le casse comunali e le assicurazioni devono provvedere causando ulteriori sprechi), sacchetti dei cestini pubblici stracolmi, rotatorie lasciate a sé stesse, aiuole verdi che di verde hanno ben poco, situazioni di disagio sociale…

Perché, allora, non sfruttare la nuova Multiservizi che si sta venendo a delineare per risolvere questi problemi e rendere più vivibile la nostra Muggiò? Perché non assumere nuovo personale (con ricadute positive sull’occupazione del nostro Comune) per gestire questi piccoli lavori? Perché non permettere alla nuova partecipata dal Comune di concludere eventuali accordi con privati che, in cambio della loro pubblicità, abbiano interesse nella cura di aiuole e rotatorie? Perché non organizzare un sevizio di consegna dei farmaci a domicilio per anziani e disabili?

Le prospettive sono diverse e, siamo certi, questa soluzione risolverebbe la situazione dei nostri spazi verdi lasciati all’incuria, con conseguente miglioramento del problema zanzare che in molti quartieri ha raggiunto un punto critico, la situazione delle strade, aumentando la sicurezza di tutti noi che quotidianamente ci muoviamo nel nostro paese, permetterebbe anche alle fasce più deboli di accedere a un servizio fondamentale e darebbe nuove possibilità di impiego ai cittadini.

Fare della Multiservizi una società partecipata dal Comune più forte, dinamica e che, maggiormente libera da vincoli, possa davvero occuparsi di tutti quegli aspetti capaci di migliorare la vita quotidiana della nostra cittadinanza: ecco il fulcro della nostra riforma, punto fondamentale del nostro programma per le prossime elezioni amministrative.

 

muggio

Pubblicato in Multiservizi | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Teleriscaldamento a Muggiò

Nel consiglio del 12 Giugno 2017, l’amministrazione ha approvato la convenzione con l’operatore BEA Gestioni SpA per l’affidamento del servizio locale di Teleriscaldamento.

Ci sono stati forniti i documenti relativi all’accordo (centinaia di pagine), il week-end prima del consiglio credendo di scoraggiarci. Purtroppo per loro hanno sortito l’effetto opposto! Abbiamo studiato a fondo i contenuti ed una grossa STORTURA l’abbiamo trovata.

La stortura in questa convenzione, riguarda la NON applicazione del regolamento comunale di MANOMISSIONE DEL SUOLO (scarica il documento: N_5 – delibera REGOLAMENTO COMUNALE MAMOMISSIONE).

Regolamento che prevede in caso di manomissione del suolo (per tagli, scavi, ecc), il versamento di un indennizzo al Comune in misura della superficie di suolo manomessa.

Allora perchè in questa convenzione non abbiamo trovato questi oneri? Possibile che si siano dimenticati?

Si dovranno scavare circa 7 km di strade (immaginiamo i disagi per i cittadini) per una larghezza di circa 3.5 m e per questo da nostri calcoli (forse approssimativi), risulterebbero centinaia di migliaia di euro!

Introiti che avrebbe potuto servire per sistemare strade e marciapiedi ma che, incomprensibilmente, il Comune in tutta probabilità non richiederà al gestore?!

 

Per chi fosse interessato abbiamo ricostruito la mappa del percorso del teleriscaldamento in convenzione:

Mappa Teleriscaldamento

 

Pubblicato in Teleriscaldamento | Contrassegnato , , , ,

M5S: Iniziativa per le scuole in memoria dei Giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

In occasione della ricorrenza dei 25 anni dalla morte dei Giudici Falcone e Borsellino, andremo a porre all’attenzione del Consiglio Comunale, del Sindaco e della Giunta una proposta di iniziativa in ricordo dei due Magistrati denominata:

“Falcone e Borsellino, morti una volta vivi per sempre 25 anni da Capaci e Via D’Amelio” organizzata dall’Associazione Themis & ,Metis, presso le scuole secondarie di primo e secondo grado della nostra città.

La consapevolezza di quanto questi uomini, non comuni, si stiano allontanando dalla memoria dei giovani, non essendo generalmente, salvo rare eccezioni o iniziative di singoli docenti, oggetto di opportuna diffusione attraverso i programmi scolastici, ci induce a riflettere sul profondo significato simbolico delle loro vite, e purtroppo e soprattutto della loro morte, che rischia, in assenza di specifiche iniziative, di svanire nella memoria storica del Paese attraverso l’esaurirsi della generazione che quei drammatici eventi del 1992 li visse di persona.

Desideriamo proporre pertanto che riceva la più ampia diffusione una iniziativa che ravvivi nei giovani il ricordo dei due Giudici, da tenersi presso le istituzioni scolastiche della nostra città.

Perché se è vero come è vero che bisogna partire dalla Scuola per creare un sentire comune più vicino al senso di legalità, spesso messo a dura prova da diffusi costumi di opportunità ed imperante egoismo, è il caso che soprattutto i nostri ragazzi abbiamo la possibilità di sostituire i molti miti mediocri con due miti concreti, che hanno offerto con consapevole coraggio un sacrificio di sangue per combattere una piaga, la mafia, che come ben sappiamo, è tutt’altro che debellata nelle coscienze e nel tessuto socio economico del nostro Paese.

Con ciò premesso,

Impegneremo al prossimo Consiglio Comunale il Sindaco e la Giunta A promuovere e sostenere la presente iniziativa denominata:

“Falcone e Borsellino, morti una volta vivi per sempre. 25 anni da Capaci e via D’Amelio”,
facendosi parte diligente presso le scuole medie e superiori della città;

A porre all’attenzione dei Dirigenti scolastici e dei Consigli di Istituto l’iniziativa
citata con il tramite delle strutture e dell’Assessorato competente;

Verra’ richiesto inoltre la concessione del Patrocinio del Comune di Muggio’.

Attivisti 5 Stelle di Muggio’

Pubblicato in Altri Articoli

TRASPARENZA ? “I CONTI NON TORNANO”

bilancio consolidato

IL BILANCIO CONSOLIDATO:

Gli enti locali redigono un bilancio consolidato che dovrebbe rappresentare in modo veritiero e corretto la situazione finanziaria e patrimoniale ed il risultato economico della complessiva attività svolta dall’ente attraverso le proprie articolazioni organizzative, i suoi enti strumentali e le sue società controllate e partecipate.
Il bilancio consolidato dovrebbe consentire di:
Sopperire alle carenze informative e valutative dei bilanci degli enti che perseguono le proprie funzioni attraverso la compartecipazione in società (partecipate e controllate), dando una rappresentazione, anche di natura contabile, delle proprie scelte di indirizzo, pianificazione e controllo.
Metodo integrale (quello adottato a Muggiò)
Prevede l’inclusione integrale nel bilancio consolidato sia degli elementi patrimoniali, sia dei conti economici dei bilanci di aziende comprese nell’area del consolidamento.
Con tale metodo, i dati contenuti nel nostro bilancio, diventano la somma dei valori di bilancio del nostro ente, più i valori di bilancio delle società partecipate o controllate dal Comune.

Detto in modo pratico, con tale metodo, si stanno inserendo nel bilancio del nostro Comune, quote di partecipazioni di terzi che non ci appartengono perché sono di altri Comuni.
Infatti una partecipata, è controllata in una certa quota percentuale anche da altri Comuni.
Ad esempio in BRIANZACQUE Srl il Comune di Muggiò ha una quota del 3,32%, quindi con il metodo integrale, si inserisce a bilancio, il totale degli utili  al 100% dell’azienda a partecipazione comunale, utili che nella realtà, non ci appartengono completamente.

Metodo proporzionale (quello che noi abbiamo richiesto per TRASPARENZA)
Consiste nell’aggregare al bilancio del comune quello delle aziende partecipate e controllate, tenendo conto della reale quota percentuale di partecipazione.

Nella fattispecie, si sarebbe dovuto mettere a bilancio € 129.000 invece che considerare l’utile globale complessivo che ammonta a € 1.477.000.
Il bilancio consolidato di Muggiò con il metodo integrale passa da un – € 855.000, ad un + € 1.043.000, quando nella realtà con il metodo proporzionale (realmente rappresentativo) sarebbe passato da – € 855.000 a – € 305.000.
Per entrambi i metodi per il calcolo esatto si deve considerare l’importo alla voce rettifiche di + €421.000 (da aggiungere).

Una bella differenza da un + € 1.043.000 ad un – € 305.000… da un abbondante PIU’ ad un MENO.

ECCO PERCHÉ SECONDO NOI I CONTI NON TORNANO !!!

Pubblicato in Altri Articoli

MUGGIO’: Teleriscaldamento da inceneritore di rifiuti

TELERISCALDAMENTO DA INCENERITORE DI RIFIUTI

Gli inceneritori spuntano nelle Regioni italiane come l’amanita falloide (un fungo mortale). Svettano da lontano. Oggetti di design. Ci vanno pure le gite scolastiche.

Sono i  “FUNGHI VELENOSI DEI PARTITI”. Non e’ necessario coglierli per morire. Basta respirarli. Vengono raccomandati in TV in programmi condotti da presentatori imbelli.

Ma c’e’ una alternativa:

“La raccolta differenziata li rende inutili e l’eliminazione degli imballaggi li azzera”

Consiglio Comunale di Muggio’ del 12 giugno 2017.

Approvata in consiglio la convenzione sul teleriscaldamento da inceneritore.
Al margine di tale decisione presa in Comune, occorre informarvi che vi è stata pochissima informazione: quel tanto che basta per essere al limite dei regolamenti.
Anche i manifesti della convocazione del Consiglio sono stati affissi all’ultimo momento.
Ai consiglieri è pervenuta tutta la documentazione SOLO il giovedi 8, e facciamo notare che erano 42 documenti con una quantità di pagine che andavano dalle 40 alle 80 per ogni documento (non sia mai dare troppo tempo per studiare a fondo le carte col rischio di ricevere domande scomode!)
Il Consiglio era il lunedì successivo, con di mezzo il sabato e la domenica.
Centinaia di pagine che abbiamo studiato e valutato nel week-end, e dove abbiamo trovato delle STORTURE, come ad esempio che, malgrado il regolamento comunale prevedesse in caso di MANOMISSIONE DEL SUOLO (come per gli scavi), venga riconosciuto un indennizzo per il disagio arrecato in misura della superficie di suolo manomesso, in questa convenzione con BEA Gestioni SpA, non si è applicato il regolamento.

Questo inoltre comporterà disagi per i cittadini in quanto si dovranno scavare circa 7 km di strade per una larghezza di circa 3,5 mt e, per questo vi sono degli oneri che l’operatore (BEA Gestioni SpA) da regolamento comunale dovrebbe pagare (a titolo di indennizzo per i disagi che si arrecheranno). Oneri che ammonterebbero (da nostri calcoli) a centinaia di migliaia di euro. Soldi che il Comune avrebbe potuto utilizzare per sistemare svariate problematiche del territorio ma che, incomprensibilmente, l’amministrazione in tutta probabilità non richiederà al gestore?!

Per chi fosse interessato abbiamo ricostruito la mappa del percorso del teleriscaldamento secondo quanto descritto nella convenzione:

Mappa Teleriscaldamento

Inceneritore dietro casa: – quali rischi? Ce la raccontano tutta?
Nel 2012 sono state esaminate uova in allevamenti rurali di 11 comuni brianzoli, a Desio vi era gia’ diossina per 21 volte il limite consentito dalla legge (2,5 ), mentre negli altri comuni il valore arriva a 6/7.
Tale diossina non fu attribuita all’ICMESA di Seveso.
Rifiuti:
-si va sempre più verso la raccolta differenziata, questo significa che verrà a mancare il “carburante” per l’inceneritore, quindi che fare? UDITE UDITE !!
Da non credere ! Si sta pensando di bruciare i fanghi derivanti da depuratori di acque reflue (fognature).
– I fanghi sono rifiuti speciali, che contengono varie sostanze non solo ORGANICHE ma anche CHIMICHE, la legge per il trattamento dei rifiuti speciali è la n.99 che dal 1992 non e’ piu’ stata aggiornata.
Alle nostre esternazioni di preoccupazione per la salute dei cittadini, abbiamo avuto delle risposte vaghe, comunque non convincenti.
Ci chiediamo:
– perché non si informa il cittadino di quanto si vuole fare?
– perché non si CHIEDE  al cittadino cosa ne pensa?
– Eliminando il libero mercato, non si potra’ piu’ scegliere la fornitura?
– Si paghera’  piu’ di prima?
– Quale l’impatto ambientale avremo se venissero bruciati i fanghi delle            fognature ?

 

Gli attivisti del
MOVIMENTO 5 STELLE MUGGIÒ

19357780_10208765865975455_955217937_n

Pubblicato in 12 Giugno 2017, Consigli Comunali | Contrassegnato , , ,

Muggiò : Una amministrazione stile medioevo

Se siete d’accordo nel dire che un comune appartiene ai cittadini che lo abitano
e non a coloro che lo amministrano, ebbene……di sicuro allora
“NON SIETE I BENVENUTI A MUGGIÒ”.

L’ attuale amministrazione infatti, non dà alcuna soddisfazione alle richieste/consigli
dei cittadini che, se propongono delle migliorie vengono sistematicamente
ignorate per poi essere presentate in questa specie di FEUDO come prerogative geniali
partorite dal Comune.

E’ un peccato che, come cittadini, chi ci amministra, non ammetta alcun tipo di ingerenza impedendoci di creare un senso di partecipazione collettiva ed attiva.

Manca la soddisfazione di un coinvolgimento per quei cittadini propositivi che mostrano voglia di veder apportate piccole migliorie con quelle scarse risorse disponibili presenti.

Viene spesso il desiderio di non distribuire più le nostre perle………
oppure di andarle a distribuire in un Comune che abbia un minimo di riconoscenza.

Spiace constatare che altre amministrazioni sono piu’ avanti !

Nulla va inventato dai nostri geniali pensatori privi di fantasia…..
Basta copiare quello che i molti comuni virtuosi  hanno gia’ fatto !

Lo notiamo facilmente allorquando, pensando a qualcosa per Muggio’ , troviamo  in rete che tali iniziative hanno gia’ trovato accoglimento e realizzazione altrove.

Non capiamo davvero come si voglia creare un senso di appartenenza se qui sono capaci solo ad autocelebrarsi
(alcune volte anche vergognosamente. alleghiamo alcuni post che dovrebbero portare il lettore a delle serie considerazioni)

MEDITATE GENTE !

Alcuni esempi:

Noi del M5S ne abbiamo una lunga serie di proposte sia bocciate che approvate,
ma la cosa che NON FA AFFATTO PIACERE è che, realizzano quello che ci bocciano
mentre le mozioni approvate,o vengono realizzate in tempi biblici oppure apportate
mentre i giornali le pubblicizzano come intuizioni sfornate un bel mattino di sana pianta con grande boria ed enfasi da parte di chi ci amministra.

Prendiamo ad esempio il progetto
“CONTROLLO DEL VICINATO”.
Possiamo dire che lo abbiamo spinto da tempo immemore a questa amministrazione basandoci su quello che vedevamo realizzato sempre piu’ nei comuni a noi confinanti.

Un progetto praticamente a COSTO ZERO e molto “a carico dei cittadini” che si adoperano per dare un contributo alle forze dell’ordine laddove, come in questa realtà Comunale, ci sono parecchie

VIDEOCAMERE di SORVEGLIANZA che NON FUNZIONANO !

Possiamo dire, che noi cittadini, ce la siamo cantata e cucinata tutta da soli.
Cosa ci ha messo come valore aggiunto questa amministrazione finora?

Semplicemente l’autorizzazione…….stile benedizione Pontificia!

Stiamo aspettando ancora quei cartelli tanto attesi e promessi che danno sia un po’
di SODDISFAZIONE e sia un SENSO al PROGETTO.

Senza contare quello che invece viene fatto in altri comuni dove si organizzano
coi referenti (DISPONIBILI GRATUITAMENTE), riunioni formative per gli aderenti
sull’uso dello strumento CHAT e le modalità di segnalazione.

Noi riteniamo che questo “modus operandi” qui’ a Muggio’ sia una sorta di “DISPETTO”…. perche’ anche copiare malamente iniziative di altri, non va fatto cosi’:
“Con una scarpa ed una ciabatta !”

Si pensi che anche gli adesivi da apporre ai portoni delle nostre abitazioni
costati pochi euro, sono stati a carico di noi referenti dei gruppi CDV,
in attesa che fossero posti nelle strade interessate, gli appositi cartelli.
MESSA IN SICUREZZA DELLA VIA XXV APRILE:

Dal 2008 c’era un Piano Urbano del Traffico con un progetto fatto da ingegneri e costato, solo per lo studio sulla carta, circa 65.000 Euro.

Quanto abbiamo battuto su questo chiodo, vedendo i disabili percorrere questa strada
sulla carreggiata per raggiungere il centro disabili vicino!?

Durante le discussioni avvenute in varie occasioni con l’Assessore responsabile, venivamo sempre liquidati con la frase:
“NON SI PUO’ FARE NULLA” perché ,a suo dire, era impossibile cambiare l’assetto della strada.

Altra versione fu invece data in Consiglio Comunale dove, si vede che la annosa situazione venne successivamente e finalmente rivalutata (trascorsi 10 anni).

Non sappiamo se l’assessore è anche un ingegnere ma, tali affermazioni date non si sa a quale titolo, sembravano tacciare di INCOMPETENZA gli ingegneri che fecero a suo tempo quello studio.

Ma non solo questo, adesso sui social addirittura si dice che il progetto lo stanno realizzando con costi nettamente inferiori di quelli previsti a suo tempo:
dal progetto iniziale di 70.000 siamo passati ad una realizzazione con 9000 euro?
Ma c’e’ un rapporto di 1/8 come e’ possibile?
Ma allora con i soldi risparmiati si possono sistemare altre 7 situazioni analoghe !!!??

Per quanto tempo abbiamo dovuto sopportare una situazione di scarsa sicurezza ?

E’ pazzesco !!!! Perché allora non ci si e’ mossi prima ?

UN PARTICOLARE NON DA POCO CHE CI SFUGGE:

Ma il progetto di 70.000 euro per cosa era? IL TRAFORO SOTTO LA MANICA?

E poi chiediamoci: se c’erano i 70.000 a bilancio lo si faceva a quella cifra?

DOMANDE CHE ASPIRANO A RISPOSTE MOLTO CONVINCENTI.

Forse l’unico che ha convenuto della disastrosa situazione di questa strada che possiamo ringraziare per questo, e’ stato il comandante Beccalli.
Sicuramente ci ha messo una voce a sostegno ed ha convenuto con noi che quella strada era in una situazione vergognosa.

Grazie comandante……sappiamo di avere almeno un interlocutore obiettivo ed affidabile.

P.s.

La prima foto mostra cosa hanno scritto i giornali sulla proposta BOCCIATA relativa al problema marciapiedi di via XXV APRILE (Titolo oltretutto fuorviante che fa sembrare che questa iniziativa noi non la volevamo).

Pubblicato in Altri Articoli

MUGGIO’: ENCOMIABILE ARIA FRITTA IN CONSIGLIO COMUNALE

ENCOMIO a FORZE DELL’ORDINE:

Tutti si aspettavano che in consiglio comunale il 4 Maggio una simile mozione avesse un quorum unanime !

Invece non e’ stato cosi’ !

Prima di motivare il nostro dissenso, vogliamo fare comunque un personale
plauso a tutte le forze dell’ordine italiane “veramente impegnate” a cui la mozione dedica l’encomio, con particolare riferimento a coloro che faticano per mantenere la nostra sicurezza in condizioni non sempre favorite da leggi e regolamenti.

Vogliamo farlo invitandole ad affiancare allo sforzo profuso nel mantenimento dell’ordine pubblico e nell’ostacolare le piccole irregolarità di taluni cittadini, uno sforzo ancora maggiore nel contrastare quei grandi fenomeni di mafia e corruzione che nelle nostre città ancora vivono e prosperano.

Rivolgiamo il nostro disappunto nel dire che, certe istanze come questa, sono solo il frutto di una visione buonista di una classe politica pronta si a complimentarsi con i successi delle forze dell’ordine , ma che nulla ha fatto negli anni per evitare che mafiosi,delinquenti e corrotti continuino a godere di sconti benefici e privilegi:

Ed aggiungiamo che , in questo momento, c’e’ una incredibile leggerezza nel concedere impunita’ verso coloro che,accolti nel nostro Paese, commettono reati.

Il giudice Francesco Florit scrisse in un’ordinanza di custodia cautelare qualche tempo fa:
“Per gli stranieri siamo il Paese dell’impunità ,sanno bene che qui da noi
male che vada patteggi e torni libero”.

Molti sono gli strumenti legali che servirebbero a sostenere il compito delle Forze dell’ordine ed e’ inammissibile:

Che nessun cittadino ancora possa difendere se stesso e la propria famiglia nella propria abitazione o nella propria attivita’ senza essere egli stesso perseguito
(per fortuna e’ argomento all’ordine del giorno in Parlamento).

Che non esiste ancora una vera legge sui reati ambientali

(noi del M5S lo stiamo proponendo da tempo)

Che anche nelle grandi e faticose operazioni congiunte di mafia (coronate da successo), il latitante che usufruisca di un permesso premio e che doveva tornare in cella non si presenti piu’…ecc.ecc.

Che le persone vittime di stalking non siano adeguatamente protette dai loro persecutori.

Che ci sia mancanza di strumenti in dotazione per accertare la positività agli stupefacenti e molto altro.

Che dal 2012 le forze dell’ordine hanno avuto tagli per 35mila di uomini in meno.

In generale, che non esista la certezza della pena per svariati reati.

Tutte queste carenze , sono un ostacolo grande per chi come le forze dell’ordine
devono garantire la nostra sicurezza.

Il movimento 5 stelle è nato per portare nelle istituzioni il punto di vista
dei cittadini comuni, non per subire passivamente l’idea buonista tutta istituzionale, che il male minore sia un bene o che si fa quel che si puo’ fornendo scarsi ausili in dotazione a chi e’ preposto alla nostra sicurezza.

Servono azioni in termini di leggi, regolamenti adeguati atti a contrastare ed ad
aiutare il loro lavoro ,e servono incentivi REALI per chi rischia la vita…..

Noi del Movimento 5 stelle siamo concreti… CONCRETEZZA che in questa mozione che sa di semplice aria fritta, non esiste.

La mozione poi fa riferimento a fatti gravi avvenuti a Napoli ma non si parla mai
delle responsabilità politiche che portarono a quei fatti.

A Napoli sbagliarono tutti: sia chi organizzo’ il comizio e sia l’amministrazione che cerco’ di contrastarlo.

Un Salvini appunto, che si è distinto per apologia del fascismo con atteggiamenti spesso xenofobi e razzisti.

Un De Magistris che in seguito ai commenti di Renzi ha dichiarato:
“Non me la faccio con chi è accusato di corruzione come fa Renzi, travolto dalla questione morale, nè sto con razzisti come Salvini”.

La nostra astensione serve per affermare che si condivide un punto di vista che apprezza l’opera delle forze dell’ordine , ma unicamente quando a queste vengano effettivamente dati mezzi efficaci ed incentivi reali.

Noi siamo un piccolo gruppo di persone in una piccola città ma siamo qui anche con l’intento di osservare con occhi diversi e di appuntare ciò che di sbagliato c’è in un modello culturale ormai di sola facciata.

Cogliamo pertanto l’opportunità offerta da questa mozione per mettere in evidenza le criticità del sistema che e’ il risultato fallimentare sotto gli occhi di tutti.

Il nostro invito oggi è quello di raccogliere quel coraggio a piene mani e di considerare qualcosa di diverso da ciò che per cultura e comodità e’ stato sempre fatto in modo insufficente ed ipocrita.

Siamo consapevoli che questa cosa verrà strumentalizzata a livello mediatico ed è per questo che invitiamo gli editori tutti a pubblicare esattamente il nostro ragionamento.

Siamo consapevoli, purtroppo, che pochi saranno capaci su due piedi a cambiare angolazione alle proprie vedute.

Noi procederemo comunque, al termine del consiglio, a pubblicare integralmente questo nostro pensiero per cercare di smuovere il pantano in cui la nostra società è intrappolata.

Nostro malgrado in qualita’ di attivisti grillini in una piccola città ,sappiamo che questo discorso non finirà nei libri di storia, ma nel nostro piccolo quello che vogliamo fare e’:

Cambiare le politiche di valorizzazzione e di merito incentivando e coadiuvando “TANGIBILMENTE” e non a parole, le professionalita’ operanti nelle Forze dell’ordine a cui siamo sicuramente riconoscenti ,che operano rischiando la propria vita per la nostra sicurezza.

Il Gruppo Attivisti M5S

Muggio’ (MB)

Pubblicato in 4 Maggio 2017, Consigli Comunali

Magic Movie – La finiranno con questo cinema?

Se “tutti i nodi vengono al pettine”… ecco che a Muggiò si torna a parlare del Magic-Movie, riacutizzando vecchie ferite e violenze che la città ha subito sul proprio territorio ad opera di personaggi senza scrupoli e dalle precedenti amministrazioni responsabili (vedi link in basso).

I cittadini non possono dimenticare, perché a ricordarlo c’è oggi una discarica a cielo aperto in una zona che doveva essere un parco sovra comunale tutelato.

Negli anni la curatela fallimentare a parte sprecare denari in cause contro il nostro comune (tutte perse), non ha ottenuto risultati.

Ora che l’asta è ormai arrivata ai minimi, pare avere una gran fretta di chiudere la faccenda, al punto da proporre all’amministrazione comunale un accordo preventivo che tuteli il possibile acquirente da inserire agli atti dell’asta che si andrà successivamente a perfezionare.

Come mai ora chiedono l’appoggio a questo accordo? C’è sotto qualcosa? E se si cosa?

L’amministrazione piuttosto che NIENTE ha scelto il PIUTTOSTO ed è intenzionata ad accogliere tale accordo… ma non da sola.

Sta cercando l’unanimità dei consensi sapendo bene che la partita in gioco è alta e che conviene condividere la responsabilità… secondo il detto

“MAL COMUNE MEZZO GAUDIO”.

Eccoci quindi diventati ago della bilancia verso un problema che evidentemente non ci appartiene ma che sentiamo forte, un problema che si sono palleggiati negli anni le varie amministrazioni di destra e sinistra ora seduti sia in maggioranza che in opposizione, lasciandoci come scempio, un MOSTRO di cemento di 15 sale che conosciamo bene, nel parco del Grugnotorto.

I punti salienti dell’accordo proposto sono questi:

  1. Il Comune dovrebbe rinunciare:
    Agli oneri di urbanizzazione da realizzarsi in opere che nella convenzione del 2004 erano state quantificate in più di 3 mln di euro (opere eseguite solo in parte, a garanzia delle quali insiste una fideiussione che ad oggi non sappiamo ancora se si riuscirà ad incassare).
  2. All’acquirente si concederebbe:
  • Qualsiasi possibile destinazione d’uso eccetto residenziale
  • Nessuno onere di urbanizzazione per superfici commerciali e alberghiere inferiori ai 10.000 mq lordi
  • Nessuno onere di urbanizzazione per attività direzionali, industriali, artigianali e sportive

Ricordiamo che quell’area non ha limiti di edificabilità in altezza, per cui la volumetria disponibile è enorme (attualmente l’attuale Magic-Movie occupa una volumetria di 75000 mc).

Ovviamente riteniamo che non sia minimamente pensabile che si avvalli una proposta siffatta, per la quale si  rinuncerebbe tout-court agli oneri spettanti e si fornirebbe così tanta libertà rispetto alle destinazioni d’uso.

Abbiamo fatto presente all’amministrazione che, vogliamo sederci al tavolo di discussione con tutte le parti, se e solo se si costruirà un accordo nuovo partendo da un paio di punti fondamentali:

  • Nessun “regalo” rispetto agli oneri di urbanizzazione dovuti, qualcosa deve tornare al comune come quota di risarcimento per quello scempio al parco
  • Garanzie su quello che si farà

Grazie a queste nostre pressioni, si faranno altri 2 incontri tra i capigruppo di tutti gli schieramenti politici:

  • Il 18/4 rispetto alle possibili destinazioni d’uso da concedere
  • Il secondo incontro ancora da calendarizzare per decidere cosa chiedere come opere di urbanizzazione al nuovo acquirente.

Rispetto a questi 2 punti da discutere, chiediamo il parere di tutti i cittadini perché crediamo che questioni così importanti che riguardano il nostro territorio debbano essere condivise e discusse collegialmente.

Pensiamo che sia necessario porre qualche condizione di garanzia rispetto all’acquirente anche dal punto di vista morale, per non trovarci tra qualche anno nuovamente al punto di partenza.

E’ questa la politica che perseguiamo ed  in cui crediamo. Forza Muggiò!

M5S Muggiò


…Giusto per rinfrescare la memoria, clicca il link.

“Se chiediamo a Zanantoni dà la colpa a Fossati, se chiediamo a Fossati dà tutte le colpe a Zanantoni… Questo è stato il peggior CINEMA che il MAGIC MOVIE abbia offerto ai cittadini di Muggiò”


Pubblicato in Magic Movie | Contrassegnato , , , , ,

PD BOCCIA AL M5S INTERVENTI CHE,IN CONSIGLIO COMUNALE FURONO APPROVATI NEL 2008 !!!

Eravamo abituati alle scommesse ed alle promesse spergiuro di Renzi e pensavamo fosse un caso isolato quello di prendere impegni senza essere certi di poterli realizzare .

Ormai tutti conoscono Renzi che sparava BALLE al punto di guadagnarsi il soprannome di “ER BOMBA”.

Vogliamo dimostrarvi che non e’ una sua personale caratteristica bensi’
e’ la prerogativa del suo partito di illudere la gente con false promesse.

Crediamo che c’e’ troppa gente in giro che ancora rimane abbagliata da un bel programma scritto e presentato bene sulla carta.

Ma PERCHE’ quelli de PD sono capaci persino di mentire a se stessi?

Pensate che Renzi ancora scrive agli iscritti del Pd:
“Da sindaco ho mantenuto le promesse”

Il sindaco di Firenze ha inviato una letterà agli iscritti del Partito democratico:
“Mi hanno insegnato che quando ci si candida oltre a dire, io vorrei fare, bisogna anche dire, io in questi anni ho fatto”

Ma di cosa parliamo?
Un’esecutivo del cambiamento che non ha fatto nulla se non danni.
Dal lavoro alle tasse, dalla Rai alle politiche di immigrazione!

E lui ancora stordito dalla sua lucida follia, sepolto vivo nel bunker da segretario supersconfitto del Pd, sta adesso promettendo la luna pur di ottenere il voto anticipato a giugno.

Un po’ come il Berlusconi dei vecchi tempi.

MA VENIAMO A MUGGIO’ PERCHE’ QUELLA DI PROMETTERE PARE ESSERE PREROGATIVA COSTANTE

di questo partito che tenta di amministrare con lo stesso metodo purtroppo anche nel nostro Comune dal 2014.

Provate a cliccare e scaricare quanto fu approvato come Piano Urbanistico del Traffico quel lontano 8 luglio del 2008:

Da GOOGLE cercare=====> approvato il piano del traffico Muggio

Scaricate il PDF e leggete…….

Uno studio per sistemare vari punti critici della citta’ costato 65.000 € redatto per l’amministrazione dai tecnici Architetto Sandro Gnetti e Ingegner Massimiliano Valsecchi.

Qual’e’ stato il proclama stile RENZI dell’allora sindaco Carlo Fossati ?

“Un importante lavoro corale”

Era previsto sia un piano per la mobilita’ ciclabile , l’eliminazione dei punti a elevata incidentalità, la moderazione del traffico, il miglioramento delle condizioni di circolazione, anche e in particolare per i pedoni, l’ottimizzazione della regolamentazione dell’offerta di sosta, la salvaguardia dell’identità della città.

Argomenti che abbiamo riproposto in Consiglio comunale ricevendo una bocciatura da parte di tutta la maggioranza PD per quanto riguarda sia Via XXV Aprile coi suoi marciapiedi “inesistenti” e sia per la ciclabile in Viale Repubblica.

Ebbene siamo nel 2017 e gli sforzi del nostro gruppo per dare a Muggio’ una parvenza di citta’ SICURA e sostenibile anche dal punto di vista della mobilita’ cadono sempre nel vuoto anche se queste promesse ormai DATATE sono li’ a sedimentare gia’ da un po’

(ed i soldi pagati per tali studi non han prodotto alcun interesse).

Pubblicato in Altri Articoli